Danimarca

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

168

Formato

12, 5, 5×20

Uscita

ISBN

9788840018447

ACQUISTA SU:

Descrizione

La Danimarca contemporanea è il frutto della forza partecipativa dei ceti popolari, nata nel rinnovamento agrario e religioso, ma anche da un movimento operaio con strutture originali, precocemente organizzato e forte. Ciò ha contribuito in fasi cruciali all’evoluzione delle istituzioni politiche, nonostante l’esordio poco inclusivo e le pervicaci resistenze elitiste. Fino alla definitiva affermazione parlamentare nel 1920. Un assetto parlamentare solidissimo e la forza delle rappresentanze sociali sono stati così il propellente di una tipica società scandinava: per affrontare efficacemente la grande crisi post-’29, per convivere con l’occupazione nazista senza snaturarsi e poi, nel dopoguerra, per affrontare congiuntamente i problemi della modernizzazione e dell’eguaglianza sociale. Società e politica, nonostante un welfare state egemonico, sono state esposte alla contestazione neoliberale e al populismo anti-fiscale, poi anche a quello xenofobo. Gli ultimi lustri mostrano come, pur nel successo della flexicurity, stiano arretrando alcuni elementi fondanti e distintivi del sistema, a cominciare dalla parità fra capitale e lavoro.

Autore

Niels Finn Christiansen, professore emerito di storia dell’Università di Copenaghen, è uno dei massimi riferimenti della storiografia danese contemporanea, soprattutto nel campo del welfare e della storia del movimento operaio. Ha scritto e curato, da solo o con altri, numerose opere essenziali tra cui, fra gli ultimi, The Nordic Model of Welfare. A Historical Reappraisal (2006) e la storia del welfare danese in quattro tomi Dansk Velfærdshistorie (2014). Paolo Borioni, Phd in Storia all’Università di Copenaghen, idoneità di seconda fascia in Storia delle Dottrine e delle Istituzioni Politiche, ha scritto e curato numerose pubblicazioni su storia nordica, italiana, welfare state e socialismo europeo. Tra di essi il volume Svezia, in questa stessa collana. Contribuisce spesso con le sue analisi a giornali, riviste e blog, italiani ed europei.