La Guardia Regia

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

253

Formato

12, 5, 5×20

Uscita

ISBN

9788840017525

ACQUISTA SU:

Descrizione

Nei tre anni di vita del corpo di polizia (1919-1922) la violenza entra nella vita politica in modo diffuso, invadendo gli spazi pubblici e i luoghi istituzionali, le vie e le piazze, le sedi politiche e sindacali. L’attacco al potere viene portato con modalità e dinamiche fino ad allora sconosciute per forme organizzative, intensità e dimensioni, tanto da far parlare i contemporanei di una vera e propria “guerra civile”. La Regia Guardia, infatti, viene creata da Nitti nel 1919 per far fronte a una situazione di emergenza politica. Tuttavia, il nuovo corpo di polizia non si guadagnerà le simpatie della destra, che in esso vede il tentativo di sottrarre potere e prestigio a quei corpi militari, in primo luogo i carabinieri, appartenenti al Ministero della Guerra. Nonostante i ripetuti episodi di collaborazione con le camicie nere, infatti, la Regia Guardia verrà sciolta da Mussolini appena salito al potere, nel dicembre del 1922.

Autore

Luca Madrignani (Carrara, 1977), ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze storiche, giuridiche, politiche e sociali presso l’Università di Siena, è stato assegnista di ricerca presso l’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia, collabora con l’Istituto Storico per la Resistenza e l’Età Contemporanea Apuana, si occupa di Didattica della Storia nella scuola. Ha pubblicato saggi e articoli sul primo dopoguerra italiano e le origini del fascismo; l’ordine pubblico e la violenza politica; la Storia della Resistenza e il movimento partigiano.