Cinquant’anni di rappresentazioni sociali

Bilanci e prospettive di una teoria in continuo divenire

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

180

Formato

15×23

Uscita

ISBN

9788840015262

ACQUISTA SU:

Descrizione

In quanto espressione delle relazioni umane, le rappresentazioni sociali partecipano all’elaborazione di numerosi aspetti del nostro pensiero quotidiano, fondando una nuova epistemologia del senso comune. Allorché discutiamo con gli altri di fenomeni sociali salienti e allo stesso tempo disturbanti, ci rendiamo conto che, al di là di effimere divergenze, esiste uno spazio comune di significati, prese di posizione, credenze e aspettative. Proprio per descrivere e spiegare come si forma questo tipo di spazio comune, nel 1961 Moscovici ha proposto la sua Teoria delle rappresentazioni sociali. Per celebrare il cinquantesimo anniversario della nascita di questa Teoria, punto d’intersezione tra distinte dimensioni della Psicologia sociale e ponte tra diverse discipline, nella primavera del 2011, è stato promosso a Napoli un Convegno internazionale al quale hanno partecipato i più illustri studiosi della materia. Questo volume, che ne raccoglie i significativi contributi, è ulteriormente impreziosito da un saggio di Serge Moscovici.

Autore

Ida Galli è Professore di Psicologia sociale presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e Direttore del Centro Mediterraneo per lo studio delle Rappresentazioni Sociali (CeMeRS). Tra le sue più recenti pubblicazioni si ricordano: Del Potere e di altri dèmoni (Edizioni Scientifiche Italiane, 2008), La Teoria delle Rappresentazioni sociali (il Mulino, 2006) e con Roberto Fasanelli e Debora Sommella, Professione caregiver (Liguori, 2005).