Ermeneutica dell’educazione

Studi in onore di Antonio Valleriani

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

190

Formato

14×21

Uscita

ISBN

9788840015644

ACQUISTA SU:

Descrizione

La presente raccolta di saggi in memoria di Antonio Valleriani, filosofo dell’educazione e profondo quanto originale cultore di ermeneutica, ruota attorno ad un asse teorico che può apparire inconsueto, in un titolo che accosta “poetica” ed “educazione”. Eppure la vera novità su cui riflettere oggi è proprio quella di una “storia” da condividere con gli altri: un raccontarsi per mettersi alla prova. Gli autori qui raccolti, nella molteplicità degli apporti teorici e delle esperienze culturali ed esistenziali che li caratterizzano, sono animati da una convinzione comune che attraversa con passione autentica le loro riflessioni: occorre imparare una graduale poetica dell’esistere, per confrontarla in un dialogo aperto, proficuo e curioso delle altrui esperienze. È questa la dignità dell’apprendere ermeneutico che cerca l’umile equilibrio nella relazione solidale e fornisce all’etica un libero e rischioso oggetto di confronto. Il libro rappresenta un efficace strumento di lavoro per quanti si dedicano all’educazione: ricercatori, studenti, insegnanti, genitori, operatori sociali.

Autore

Anita Gramigna insegna Pedagogia Sociale all’Università di Ferrara, è docente del Dottorato europeo con menzione di qualità di Huelva e di Granada (Spagna). Collabora attivamente con riviste specialistiche e case editrici di carattere internazionale. È membro del Consiglio Editoriale della Rivista “Ethos Educativo”, edita nello stato del Michoàcan (Messico), del Consiglio di Redazione della rivista “Educaciòn i Cultura. Revista Mallorquina de Pedagogia”, nonché del Comitato Scientifico per la collana Biblioteca de Filosofia y Educaciòn, presso la casa Editrice Messicana Plaza y Valdes. Svolge importanti incarichi scientifici e didattici presso prestigiose università straniere. Fra le ultime pubblicazioni ricordiamo: Estetica della formazione. La bellezza nella conoscenza (in coll. con M. Righetti e C. Rosa), Unicopli, 2008; Inquietudini euristiche. Saggi di estetica della formazione (in coll. con M. Righetti), Clueb, 2010; Democrazia dell’educazione, Unicopli, 2010; L’éthos al tempo delle nanotecnologie (in coll. con F. Sancén Contreras), Unicopli, 2011; Organizzazione della conoscenza. Mappe cognitive per la formazione nel sociale, Este Edition, 2011. Carlo Pancera è Ordinario di Storia della Educazione alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Ferrara, dove è stato presidente dei corsi di laurea in Pedagogia e poi in Scienze dell’Educazione, e presidente di un Dottorato sulla Cultura Europea dal Trecento al Seicento. Ha insegnato alla Facoltà di Sociologia di Trento, e alla Facoltà di Pedagogia di Barcellona. Oltre a vari contributi in libri e riviste, si vedano tra i suoi ultimi volumi: Le maschere e gli specchi. Identità e differenze tra omologazione, eterogeneità, osmosi e complessità, F.Angeli editore, 2011; L’educazione dei figli. Il Settecento, ISU Università Cattolica del Sacro Cuore, 2007; La paideia greca. Dalla cultura arcaica ai dialoghi socratici (con prefazione di M. Manno), Unicopli, 2006; La formazione dell’uomo in Socrate, Clueb, 2004.