Letteratura d’Italia

Storia e Testi

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

645

Formato

17×24

Uscita

ISBN

9788840017549

ACQUISTA SU:

Descrizione

“Letteratura d’Italia. Dall’Ottocento al primo Novecento” si propone come testo – destinato in primis allo studio universitario – fondamentale per l’approfondimento della letteratura italiana di un secolo determinante per l’evoluzione della lirica e della prosa narrativa moderna. Lo sguardo si estende ai primi decenni del Novecento caratterizzati dall’affermazione definitiva della rivoluzione pascoliana e di un dannunzianesimo pervasivo, ma anche fortemente contrastato da forti correnti rinnovatrici. Un cospicuo volume di storia letteraria che inquadra e analizza movimenti e autori, tenendo conto delle più recenti acquisizioni filologiche (con schede dedicate alle opere più rilevanti) e critiche, si accompagna a un supporto informatico in cui una scelta significativa e ricca di testi viene presentata con un commento puntuale che agevola la comprensione del testo e insieme ne rileva le linee strutturali e le qualità linguistiche e stilistiche, senza trascurarne le componenti ideologiche e teoriche.

Autore

Carla Riccardi è professore ordinario di Letteratura italiana presso l’Università di Pavia. Si occupa di letteratura dell’Ottocento e del primo Novecento. Ha pubblicato le edizioni critiche di Vita dei campi e del Mastrodon Gesualdo di Verga (nell’Edizione Nazionale), della Colonna Infame (Edizione nazionale ed Europea) e degli Scritti letterari (nei “Classici Mondadori”) di Manzoni, il commento alla Lettre à M.Chauvet presso l’editore Salerno; saggi preparatori dell’edizione critica (per l’Edizione Nazionale delle Opere) del Notturno di D’Annunzio sono raccolti in La parola notturna: fonti e autografi del “Notturno” (presso l’editore Manni). Recentissimi i saggi raccolti in Montale dietro le quinte. Fonti e poesie dagli Ossi alla Bufera. Ha pubblicato numerosi saggi sia filologici, sia critici su opere narrative dell’Otto e del Novecento, riproponendone spesso anche testi meno frequentati (Racconti italiani dell’Ottocento, La Scapigliatura e il sei febbraio, Goccie d’inchiostro).