La bonifica umana

Venezia dall’esodo al turismo

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

252

Formato

12, 5, 5×20

Uscita

ISBN

9788840021430

ACQUISTA SU:

Descrizione

“Qui i giovani appena possono se ne vanno, i vecchi appena possono muoiono e restano solo i turisti”. È una Venezia densa di passato, ma povera di futuro, quella che emerge dalle parole di chi vi abita, trasfigurata da decenni di spopolamento e da un turismo onnivoro. Ma come ha potuto una città che negli anni Cinquanta era sovraffollata, popolare e con un’economia diversificata, trasformarsi così velocemente? È questa la domanda a cui questo libro cerca di rispondere, ripercorrendo attraverso l’analisi storica e l’intervista etnografica le tappe dell’esodo novecentesco da Venezia. Per più di un secolo, infatti, le classi dirigenti hanno promosso la “bonifica umana” della città lagunare, allontanandone i ceti medi e popolari così da poterla destinare a più redditizie funzioni terziarie e di rappresentanza. Una storia ancora troppo poco nota, eppure fondamentale per comprendere come Venezia sia potuta diventare ciò che è oggi e per non rassegnarsi all’idea che l’estinzione sia l’ineluttabile destino della sua millenaria civiltà anfibia.

Autore

Clara Zanardi (Belluno, 1988) è antropologa urbana e attivista per una decrescita turistica. Laureata in Scienze filosofiche, ha conseguito nel 2020 un dottorato in Storia delle società e delle istituzioni presso l’Università di Trieste. Vive e lavora a Venezia, dove si occupa di turismo, diseguaglianze, processi di trasformazione urbana. Per Unicopli ha già pubblicato Sul filo della presenza. Ernesto De Martino fra filosofia e antropologia (2011).